Chi è la Pecorella de Il Cantante Mascherato

Scopriamo di più sul personaggio che si nascondeva sotto la maschera della "Pecorella" de Il Cantante Mascherato, ovvero Alessandra Mussolini

0
444
Pecorella ICantante Mascherato

È durante la seconda puntata de Il Cantante Mascherato, il talent game show condotto da Milly Carlucci, che viene svelata l’identità della Pecorella.

Chi si nasconde sotto la pecorella de Il Cantante Mascherato

Durante la seconda puntata del programma di Rai 1, venerdì 5 Febbraio, sono stati smascherati ben due personaggi, ci sono infatti stati due spareggi.

È proprio durante il primo spareggio, quello tra il nuovo Baby Alieno e la Pecorella, che quest’ultima perde col 40% dei voti e deve svelare la sua identità.

La dichiarazione della Pecorella era stata: “Spero che tra il pubblico a casa ci sia qualche cavaliere pronto a salvarmi…Se non avete mai visto una pecorella con la grinta di un leone questo è il momento di stare attenti!“.

La sua esibizione è avvenuta sulle note si “La notte vola“, al termine della performance, solo un giudice ha indovinato il personaggio misterioso.

Alcunii hanno ipotizzato che fosse Ambra Angiolini, La Pina, Michelle Hunziker o Milena Vukotic, ma l’unico a fare centro è stato Flavio Insinna.

Ha parlato di un gregge importante abbandonato e può indicare un partito da cui se n’è andata, il tè poteva significare il film ‘Un tè con Mussolini del maestro Franco Zeffirelli

Ecco gli indizi che hanno portato Insinna ad indovinare che sotto la maschera si nascondeva Alessandra Mussolini.

La Mussolini fra l’altro viene dalla partecipazione all’ultima edizione di Ballando con le Stelle, show condotto anch’esso da Milly Carlucci, dove in coppia con Maykel Fonts ha raggiunto il terzo posto.

Anche se, in realtà, la finale l’abbia disputata con Samuel Peron, poiché il suo maestro di ballo era risultato positivo al Covid.

La seconda maschera ad essere stata smascherata durante questa seconda puntata è stata quella del Baby Alieno, sotto al quale si nascondevano Gigi e Ross.

Chi è Alessandra Mussolini

Alessandra Mussolini nasce a Roma il 30 Dicembre 1962 ed è la nipote di Benito Mussolini.

Non in molti lo sanno ma è figlia di Maria Scicolone, sorella di Sophia Loren e di Romano Mussolini, il quarto figlio del Duce.

La Mussolini si è laureata con lode in Medicina e Chirurgia, all’Università La Sapienza di Roma nel 1994.

Ad oggi è una delle donne più famose della tv italiana e si divide come politica, opinionista e personaggio televisivo.

Soprattutto negli ultimi anni è ospite fissa di alcuni salotti televisivi molto seguiti dal pubblico italiano.

Nel 1989 si è sposata col suo primo marito Mauro Floriani e da questo matrimonio sono nati i suoi tre figli: Clarissa, Caterina e Romano.

Non solo al suo unico figlio maschio ha dato il nome del padre, ma ha anche dato a tutti e tre il doppio cognome.

La relazione col marito però finisce nel 2013, soprattutto a causa di uno scandalo che riguardò l’uomo.

Mauro Floriani, ex capitano delle Fiamme Gialle, diventa centro di un’inchiesta relativa a un giro di prostituzione minorile presso il quartiere romano dei Parioli.

Inizialmente nega tutto, ma poi ammise gli incontri. Fu proprio questa storia a scatenare la fine della relazione con Alessandra.

La donna ancora oggi ha dichiarato in numerose interviste di non essere riuscita a perdonare l’ex marito, ma di essere riuscita a voltare pagina e guardare avanti.

La carriera di Alessandra Mussolini

Prima di entrare nel mondo della politica, Alessandra ha lavorato nel mondo dello spettacolo.

A soli 14 anni ha recitato in Una giornata particolare di Ettore Scola e nel successivamente ha condotto con Pippo Baudo l’edizione di Domenica In del 1981/1982.

Dopo la parentesi televisiva ha tentato la carriera cinematografica lavorando con Renato Pozzetto e Enrico Montesano, partecipando a diverse commedie all’italiana.

Dal 1972 al 1990 ha all’attivo più di 10 film.

Nel 1983 ha anche posato per un servizio fotografico per Playboy.

Non solo conduttrice e attrice, ma anche cantante, nel 1982 infatti, ha pubblicato un LP, i cui testi furono scritti da Cristiano Malgioglio, oramai considerato una rarità da collezione ed uscito solo in Giappone.

Dopo il 1990 ha deciso di ritirarsi dal mondo dello spettacolo per dedicarsi alla politica e così è stato per diversi anni.

Ha poi doppiato un episodio del telefilm cult I Simpson e nel 2006 è stata presidentessa della giuria di La Pupa e il Secchione, programma durante il quale h, anche, litigato col giurato Vittorio Sgarbi.

Da allora è talora ospite in vari programmi di Canale 5, come Buona Domenica, MattinoCinque, Pomeriggio Cinque, Questa Domenica, Domenica Cinque, Domenica Live, Quello che le donne (non) dicono.

La Pecorella di Il Cantante Mascherato in politica

Dopo la laurea diventa deputato alla Camera nel collegio elettorale di Napoli 1, nelle liste del Movimento Sociale Italiano.

A Novembre 1993 si candida come sindaco di Napoli per il MSI, ma anche se arriva al ballottaggio, non vince.

Nel 1994 col Polo delle Libertà viene rieletta alla Camera con il maggioritario nel collegio Napoli-Ischia.

Durante la legislatura del ’95 è vicepresidente della commissione Affari sociali.

L’anno dopo, rimane in AN e alla Camera svolge il ruolo di vice capogruppo del suo partito. Rieletta poi di nuovo nel 2001.

La fine della carriera politica

I suoi rapporti con Gianfranco Fini, leader di Alleanza Nazionale, non furono sempre buoni.

La rottura avviene nel Novembre del 2003, quando Fini si reca in Israele, dove disse, in riferimento ai drammi dell’Olocausto, che il fascismo “è stato parte del male assoluto del XX secolo“, scusandosi nel contempo con il governo israeliano per le leggi razziali del 1938.

A causa di queste dichiarazioni, la Mussolini tre giorni dopo abbandona Alleanza Nazionale e aderisce al Gruppo Misto.

Come lei stessa dichiara, infatti, si era venuta a creare un’incompatibilità non tanto con le sue posizioni politiche, ma con il cognome che porta.

Poco dopo la Mussolini fonda un nuovo partito di destra, Libertà di Azione, che confluì con altri movimenti di estrema destra nel cartello elettorale Alternativa Sociale.

Alle elezioni europee del 2004 Alessandra riesce ad entrare nel Parlamento europeo, nel quale aderì al Gruppo IdentitàTradizioneSovranità.

È stata, inoltre, membro della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni, della Commissione per lo sviluppo, della delegazione per le relazioni con i paesi del Mashreq e con la Bielorussia, e della delegazione all’Assemblea parlamentare euro-mediterranea.

Nel 2004, sostenuta dalla lista di Alternativa Sociale, si candida a presidente della provincia di Latina, ottenendo un seggio al Consiglio provinciale.

Nel 2008 decide di candidarsi nelle liste de Il Popolo della Libertà per le elezioni politiche del 2008 ed è stata eletta nella circoscrizione Campania 1.

Due anni dopo, nel 2010 diviene consigliere regionale della Campania, ma si dimette poco dopo, dando la preferenza all’incarico di deputato.

Alle elezioni politiche del febbraio 2013 è eletta senatrice per Il Popolo della Libertà e il 21 marzo è eletta segretario dell’ufficio di presidenza del Senato della Repubblica.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo delle Libertà aderisce a Forza Italia.

Per le elezioni europee del 2014 si candida con FI per la circoscrizione Centro e viene eletta nuovamente al Parlamento europeo.

Dal 2019, a seguito della sconfitta alle Europee 2019, e per la prima volta dal 1992, Mussolini non fa parte di alcuna assemblea parlamentare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui