Chi è Pep Guardiola, allenatore che ha rivoluzionato il calcio

0
873

Il 18 gennaio 1971 è una data da segnare e da ricordare per tutti quanti gli amanti del calcio, perché è il giorno in cui è nata una persona che ha contribuito fortemente a farci amare ancora di più questo sport: Pep Guardiola. Nato a Santpedor, un piccolo borgo che si trova in provincia di Barcellona, Guardiola ad oggi giustamente è considerato uno degli allenatori più importanti della storia del calcio. Attualmente il tecnico spagnolo siede sulla panchina del Manchester City e se le quote sulla vincitrice della Premier League inglese danno i Citizens come favoriti per la vittoria finale insieme ad uno straordinario Arsenal, è perché Guardiola in questi anni passati in Inghilterra è riuscito a dare un’impronta alla squadra, a renderla grande e a renderla vincente in campo nazionale.

Questo non gli è ancora riuscito in campo internazionale, dove il Manchester City, nonostante delle spese molto importanti effettuate durante le varie sessioni di calciomercato, non è stato in grado di portare a casa neanche una Champions League, nonostante ci sia andato vicino più volte. Tuttavia, andiamo a scoprire chi è stato Pep Guardiola prima della sua avventura al City. Entrato come giocatore nelle giovanili del Barcellona a soli tredici anni, qualche anno più tardi, precisamente nel 1990, Johann Cruijff decide di farlo allenare con i calciatori della prima squadra. Nel 1992, ancora giovanissimo, Guardiola prende le redini del centrocampo blaugrana e porta la sua squadra a diventare Campione d’Europa. Proprio quell’anno, infatti, oltre alla vittoria nel campionato spagnolo, il Barcellona nella finalissima contro la Sampdoria conquista a Wembley la sua prima Champions League della storia.

Diventato capitano dei blaugrana, Guardiola vince altri due campionati spagnoli nel 1998 e nel 1999. Due anni più tardi, quindi precisamente nel 2001, Pep Guardiola decide di lasciare il Barcellona dopo aver collezionato diversi trofei e ben 382 presenze. Sfortunato con la nazionale spagnola, a causa di diversi problemi fisici salta le edizioni dei Mondiali andate in scena nel 1998 e nel 2002. Terminata l’avventura in Spagna, il centrocampista spagnolo decide clamorosamente di accettare il Brescia, allenato in quel periodo da Carlo Mazzone. Dopo una buona stagione approda alla Roma, ma nella Capitale trova poco spazio e dopo pochi mesi fa ritorno a Brescia. In seguito ad una parentesi in Qatar e ad una in Messico decide di appendere gli scarpini al chiodo e di dedicarsi alla carriera da allenatore.

Dopo aver allenato il Barcellona B ed averlo portato in Segunda Divisiòn B, Guardiola nel 2008 viene promosso in qualità di vero e proprio allenatore del Barcellona e durante la sua prima annata riesce a vincere Liga, Champions League (grazie a straordinari Messi ed Eto’o) e Copa del Rey. Restando alla guida del Barcellona fino al 2012, il tecnico spagnolo vince un’altra Champions League e altri due campionati spagnoli. Prima di approdare nel 2016 al Manchester City, dove vincerà quattro Premier League, quattro Coppe di Lega, due Community Shield ed una FA Cup, Guardiola allena per tre anni anche il Bayern Monaco, con il quale vince per tutti e tre gli anni il campionato tedesco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui