Quando è necessario rivolgersi ad un odontoiatra per la cura del cavo orale?

0
269

L’espressione del nostro volto, il nostro sguardo e il nostro sorriso sono gli elementi fondamentali che vengono notati quando ci presentiamo con delle persone che non conosciamo. Si tratta infatti dei segnali che fanno parte della cosiddetta comunicazione non verbale e per questo motivo è molto importante riuscire a prendersene cura nel migliore dei modi.

La cura del cavo orale, in particolar modo dei nostri denti e del nostro sorriso, è un elemento da non trascurare. Oltre che un fattore estetico, i denti sono anche una parte importante del nostro corpo che influisce sull’alimentazione e su una serie di altre funzioni. Come viene anche approfondito all’interno di questo articolo, dai denti dipendono anche una serie di altre patologie (come ad esempio le difficoltà di postura) che possono affliggere il nostro corpo e per questo motivo diventa importante non trascurare la loro salute.

Nelle prossime righe del nostro articolo, grazie anche all’aiuto degli odontoiatri esperti dello Studio Lorello di Padova, di cui potrete visitare il sito web al seguente indirizzo https://www.dentistalorellopadova.it/, cercheremo di comprendere nello specifico quali sono le principali pratiche che dobbiamo seguire per tenere in salute i nostri denti e quali sono le sintomatologie che dovremmo riuscire a tenere sotto controllo.

Sommario

Il dolore ai denti causato dalle carie

Le carie dentali sono le patologie che affliggono maggiormente le persone. Spesso derivano dalla trascuratezza dell’igiene orale o dalle cattive abitudini che possono provocare alcuni piccoli fori nello smalto dei nostri denti.

Se non affrontate in tempo con l’aiuto di un odontoiatra esperto, le carie dentali possono arrivare ad attaccare il dente per intero, portandoci così alla rimozione.

I sintomi sono facilmente riconoscibili: a seconda del livello di gravità, si può passare da un leggero fastidio ad un dolore intenso, specialmente quando la zona influenzata dalla carie viene a contatto con cibo o sostanze liquide mentre beviamo. [1]

Il sanguinamento delle gengive: dalla gengivite alla parodontite

Altro sintomo che non bisogna trascurare è il sanguinamento delle gengive. In alcuni casi può essere dettato da uno scorretto utilizzo dello spazzolino, ma molto frequentemente, specialmente se il sanguinamento è periodico, si tratta di gengivite.

Anche in questo caso è molto importante rivolgersi al proprio dentista di fiducia, in quanto questa infezione, nel caso non venisse curata in tempo, potrebbe trasformarsi in parodontite.

La parodontite è l’infezione dettata dal livello massimo di infiammazione delle gengive e può provocare notevole dolore alla nostra bocca, nonché la caduta dei denti. [2]

Infanzia ed età anziana: i due periodi dove è maggiormente necessario effettuare controlli periodici

L’età infantile è quella dove i bambini vedono la formazione dei denti da latte e la loro sostituzione con i denti permanenti. Non di rado possono verificarsi leggere malformazioni, come ad esempio la malocclusione dentale, di cui potrete leggere in questo articolo di che cosa si tratta, che possono portare notevoli problemi in età adulta. È quindi fortemente consigliato rivolgersi ad un odontoiatra per effettuare dei controlli periodici anche nel periodo che va dai 5 ai 12 anni di età, in modo da riuscire a monitorare la crescita dei denti e affrontare in anticipo eventuali problematiche.

Lo stesso discorso vale per le persone che hanno raggiunto i 65 anni di età. Con l’avanzare dell’età potrebbe infatti accadere che le patologie dentali si possano manifestare con maggiore frequenza a causa di un abbassamento del sistema immunitario, provocando così la precoce caduta dei denti.

Conclusione e alcuni consigli per una corretta igiene dentale preventiva

Queste sono solamente le principali casistiche nelle quali diventa molto consigliato rivolgersi ad uno specialista della cura dei denti. Per riuscire però a prevenire tali fenomeni, a cui purtroppo siamo costantemente sottoposti, diventa così molto utile avere una buona cura della propria dentatura e del proprio cavo orale, grazie anche all’ausilio di uno spazzolino adeguato, del filo interdentale e del collutorio.

Anche le cattive abitudini possono influenzare in modo notevole la frequenza di tali patologie: se possibile bisognerebbe evitare l’alcool e il fumo, che sono tra le principali cause della formazione di batteri nocivi per il nostro cavo orale e i nostri denti.

Disclaimer: “Questi testi non vanno intesi come indicazioni di diagnosi e cura di stati patologici, pertanto è sempre consigliato rivolgersi al proprio medico curante”

Fonti:

[1] https://www.humanitas.it/malattie/carie/

[2] https://www.grupposandonato.it/news/2021/ottobre/malattie-gengivali-perche-come-curarle

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui