Chi è il misterioso Yungest Moonstar

Vediamo chi è il misterioso Yungest Moonstar, talentuoso artista musicale, che appare come cartone animato nella sua felpa viola

0
181
Yungest Moonstar

Vediamo chi è il misterioso Yungest Moonstar, il personaggio animato che indossa una felpa viola.

Chi è Yungest Moonstar

Yungest Moonstar è l’alias usato da Davide Mattei, vero nome di tha Supreme.

Il giovane Yungest Moonstar nasce il 17 Marzo 2001 a Fiumicino e su di lui si hanno davvero pochissime informazioni.

Sappiamo che ha una grande passione per la musica che eredita dalla sua famiglia, la madre è, difatti, una cantante gospel e la sorella è, anche lei, una cantante e musicista.

La sorella Sara è conosciuta come Mara Sattei ed è proprio il fratello Davide a Produrre per lei inizialmente.

Yungest Moonstar inizia a reinterpretare le canzoni dei suoi artisti preferiti fin da giovanissimo, a soli 12 anni, facendo esperienza ed arrivando a produrre le sue prime basi originali a 14 anni.

Deciso a voler intraprendere una carriera musicale, a 15 anni lascia la scuola superiore e si dedica a tempo pieno alle produzioni.

Proprio per inseguire questo sogno e farlo al meglio, a 16 anni inizia a studiare “teoria musicale”.

La carriera di Davide Mattei

La sua carriera inizia come produttore per Salmo e altri personaggi appartenenti alla cricca di Machete per poi trasformarsi in cantante-cartone animato, con una felpa viola.

È così che il nome di tha Supreme acquista mistero ed inizia ad utilizzare questo alias.

Il suo primo singolo da rapper è “6itch“, che, come i seguenti brani, gioca sulla somiglianza grafica tra lettere e numeri, esce il 6 Ottobre 2017.

Come lo stesso Yungest Moonstar dichiara: “Iniziare a scrivere sui miei beat non faceva parte dei piani”.

La stessa “6itch” è stata scritta per sfogo e caricata su YouTube un pò per gioco, senza nemmeno un mix super curato.

Inaspettatamente, però, questo primo pezzo è stato super apprezzato, così Mattei ha deciso di caricarlo su Spotify, dove in una settimana è finito nella Top 50 Viral Italia.

Pochi mesi dopo, invece, esce “Perdonami” produzione per il rapper sardo Salmo.

La svolta e il successo di Yungest Moonstar

La produzione per Salmo è stata sicuramente importante perché gli ha portato la visibilità necessaria a farsi conoscere.

6itch” è stata poi remixata, con l’aggiunta di una strofa di Nitro, ed inserita nel primo album del 2019.

In contemporanea alle produzione per Dani Faiv e Nitro, Yungest Moonstar pubblica il suo secondo singolo “5olo“, il 9 Febbraio 2018.

Grazie all’esperienza accumulata, il giovane si sente sempre più sicuro e così, dopo nemmeno 4 mesi, esce anche “scuol4” e, poco dopo “oh 9od” feat Nayt.

È proprio in questo video animato che tha Supreme completa la sua trasformazione in Yungest Moonstar.

In esso appare nelle vesti di un personaggio animato, che ricorda molto Morty di Rick&Morty, con una felpa viola e joint in mano, senza più mostrare il suo vero volto.

Il vero successo arriva, però, nel 2019 col pezzo “Blun7 a Swishland“, che rimane al primo posto in classifica per 5 settimane e ottiene doppio disco di platina.

Questo grande successo accompagna l’uscita del primo disco “23 6451“, che tradotto in lettere sta per “Le basi“, il 15 Novembre 2019, per la casa discografica Epic/Sony.

Yungest Moonstar, con la sua felpa viola, spopola in tutta Italia.

Basti pensare che una sua versione statua è stata posizionata in mezzo alla Stazione Centrale di Milano e una sua versione ologramma ha cantato ad X Factor.

Nel contempo, continua anche a produrre la sorella Mara Sattei e nel 2020 il pezzo “Marymango” di Ghali.

Sempre insieme alla sorella e in collaborazione con Carl Brave, nel 2020, esce “Spigoli“.

Yungest Moonstar e i social

Yungest Moonstar non ha un profilo Instagram molto attivo, non mostrandosi mai in viso non ci sono sue foto, ma solo 6 post che ritraggono videogiochi, video e poco altro.

Nonostante ciò può contare su più di 85 mila followers.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui