5 consigli per lavorare in smart working in modo efficace

0
267

A partire dal 2020, anno in cui si è sviluppata l’emergenza pandemica in Italia, si è diffusa molto la pratica dello smart working nelle aziende e anche moltissimi giovani imprenditori che operano nel settore dei servizi hanno deciso di stabilire la sede della loro piccola attività in casa, in modo da risparmiare sul canone di affitto di un ufficio.

I dati parlano chiaro: un lavoratore su 3, come affermato anche in questo approfondimento di Osservatori.net, esercita la propria professione in smart working e questo dato fa riflettere molto sul futuro della logistica del lavoro nel nostro Paese.

Il problema principale che si potrebbe riscontrare quando si lavora in smart working è legato alla produttività, in quanto nelle nostre abitazioni sono presenti innumerevoli distrazioni che potrebbero portarci a ridurre il nostro ritmo di lavoro. Per questo motivo nelle prossime righe vi forniremo 5 consigli molto utili per riuscire ad affrontare questo tipo di problematica.

L’organizzazione dei tempi e delle pause

Partiamo dall’organizzazione dei tempi del lavoro. Esercitando da casa è possibile di essere tentati molto frequentemente dai piccol break, a differenza di un ufficio dove le pause hanno scadenze precise.

Il suggerimento che ci sentiamo di darvi è quello di organizzare al massimo il vostro tempo, decidendo in anticipo quali saranno le pause durante la giornata e rispettare di conseguenza la tabella di marcia che vi siete imposti.

La postazione lavorativa

Chi lavora in smart working normalmente utilizza un pc per svolgere le sue operazioni giornaliere. In questo caso vi suggeriamo di non lasciare nulla al caso, evitando così di utilizzare il laptop sul tavolo della cucina o dalla camera da letto.

Predisponete una scrivania che destinerete solamente al lavoro sulla quale posizionerete il vostro laptop e tutti i vostri strumenti. Fate in modo di utilizzare quest’area della casa solamente per i vostri task lavorativi, in modo da non confondere mai lavoro e tempo libero.

Vi suggeriamo anche di rendere la scrivania accogliente, inserendo magari qualche pianta che dia una sensazione di maggior vitalità, una piccola libreria che contenga i vostri volumi e manuali più utili e magari una piccola lampada che vi aiuterà ad avere una luce ottimale nelle ore del tardo pomeriggio durante l’inverno. A tal proposito ci sentiamo anche di suggerirvi la lampada da tavolo a forma di birillo che troverete sul sito shop.stillamp.it.

Eliminare le distrazioni

Altro elemento che potrebbe farci perdere molto tempo sono le costanti distrazioni che rischiamo di subire in ambiente domestico.

La costante vicinanza con il nostro smartphone potrebbe portarci a visualizzare con molta frequenza le notifiche derivanti dai social media e da Whatsapp. Come affermato in questo articolo, una persona passa in media quasi 2 ore ogni giorno sui social media e questo tempo sarebbe davvero sprecato se sottratto al lavoro.

Consigliamo di eliminare le notifiche durante l’orario lavorativo e rimanere lontani da ogni tipo di forma di intrattenimento, compresa la televisione e Youtube.

Seguendo questi semplici consigli vi renderete conto in pochi giorni che la vostra giornata cambierà notevolmente insieme al vostro ritmo di lavoro, eliminando così quel senso di frustrazione che deriva molto spesso dal non essere riusciti a completare tutti i vostri compiti lavorativi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui