Cos’è uno Sugar Daddy e come funziona

0
995

Una volta, nemmeno troppo tempo fa, i partner che prediligevano relazioni poco impegnative erano definiti friends with benefits; per quanto sia molto chiaro il significato dell’appellativo, esso non può essere accostato allo Sugar Dating, nel quale sono coinvolti uno Sugar Daddy o Mama ed una, o uno Sugar Baby ( o Toy Boy nella versione maschile). Cos’è uno Sugar Daddy e come funziona?

Che cosa significa essere uno Sugar Daddy e come funziona?

Nello Sugar Dating, l’importante è trarre beneficio dalla situazione: i partner coinvolti si calano in ruoli prestabiliti, con l’obiettivo di una soddisfazione reciproca. Sugar Daddy è colui che “vizia” e soddisfa le richieste di una Sugar Baby, cioè di colei o colui che esaudirà le sue richieste. Può sembrare prostituzione? In parte, ma non bisogna generalizzare.

Per capire meglio cos’è uno Sugar Daddy e come funziona, facciamo un passo indietro; sono sempre di più gli uomini, o le donne, che da single ad un’età che va da 50 a 70 anni, si mettono alla ricerca di qualcosa che davvero li soddisfi. Non è sempre sesso, anzi: molto spesso è semplice compagnia, oppure un accompagnatore o accompagnatrice ad una serata elegante, oppure semplicemente qualcuno con cui dividere un hobby.

È la nuova frontiera dei suddetti friends with benefits, dove i partner coinvolti hanno si un obiettivo comune, ma concordano su cosa scambiarsi a seconda del loro tornaconto. Lo Sugar Daddy non è un uomo di una certa età che cerca di accompagnarsi ad una donna più giovane, è un uomo facoltoso, realizzato; ricambia i favori dello sugar baby con regali, attenzioni, benefici, uscite costose, vacanze. Un* Sugar Baby accetta questo tipo di rapporto perché sa cosa può e vuole chiedere in cambio.

E lo Sugar Daddy cosa chiede in cambio? Molto spesso solo compagnia o attenzioni, altre volte sesso e prestazioni sessuali in genere; precisiamo una cosa: non stiamo parlando né di sfruttamento minorile, né di pedofilia, né di prostituzione. Un* Sugar Baby è (si spera) sempre maggiorenne e consapevole, accetta il proprio ruolo con soddisfazione e serietà. Per fare un paragone, è lo stesso tipo di accordo/legame che si stabilisce tra dominatore e sottomesso.

Cosa fa la sugar baby?

Una Sugar baby acconsente alle richieste del Daddy e chiede in cambio ciò che più la, o lo, aggrada: cene, abiti, gioielli, vacanze, inviti, insomma tutto ciò che desidera e che l’uomo può darle.

Attenzione: chi accetta di essere Sugar Baby lo fa sorridendo, mai controvoglia o senza sapere a cosa va incontro. Il rapporto è molto chiaro e definito, la sugar baby offre la sua presenza (o prestazione) in cambio di un valore monetario; non lo fa controvoglia o per necessità, lo fa perché trova l’uomo che glielo offre piacevole, e perché lo stesso uomo le consente di fare una vita al di sopra delle sue possibilità.

La o lo sugar baby si sottomette al Daddy? Assolutamente no, anzi: in alcuni casi a dettare le regole del gioco è proprio il Baby.

Quanto paga uno sugar daddy

Dipende dalle richieste dello Sugar Baby! Dato lo scopo della relazione, i benefits richiesti possono essere anche beni di pregio, ma di solito il tutto si converte in: vacanze, elettrodomestici, accessori di pregio, oggetti di lusso, gioielli, abiti, concerti, cene costose, ecc…

Cos’è uno Sugar Daddy e come funziona? Lo Sugar Daddy è un qualcuno che scambia le sue ricchezze per ricevere in cambio qualcosa che desidera. Quanto sia disposto a pagare dipende sicuramente dalle facoltà a sua disposizione, ma anche da quanto desidera il rapporto con la o lo Sugar Baby.

Articolo precedenteCos’è il catcalling e perché è così fastidioso
Articolo successivoChi è Nego Do Borel di La Fazenda
Digital designer and brand curator con la passione per storia, funzionamento e riproduzione (a mano libera, su carta e in digitale) di tutto ciò che osservo. Prediligo il lavoro in team e sono sempre bendisposta al confronto di idee dal quale traggo ispirazione e insegnamento. Ho lavorato e lavoro da anni a contatto con il pubblico e mi auguro di poter continuare a comunicare agli altri le mie idee, non solo a parole ma con l’illustrazione, la fotomanipolazione, la post-produzione e tutte le tecniche rappresentative che approfondirò. Vorrei anche essere un ingegnere, ma questa è un'altra bio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui